AIVITER Home page
 

 

 

Schede/1987/GIORGIERI



Licio Giorgieri

 
(cognome, nome e professione) Licio Giorgieri, Generale dell’Aeronautica Militare
(luogo e data di nascita) Nato a Trieste, 1 giugno 1925
(luogo e data dell'attentato)  Roma, 20 marzo 1987
(luogo e data di morte)  Roma, 20 marzo 1987
(descrizione attentato) Il generale Giorgieri percorre con l’auto di servizio via del Fontanile Arenato a Roma per rientrare a casa la sera. Un commando dell’Unione Comunisti Combattenti gli spara cinque colpi, uccidendolo. L’autista Narcelli, militare di leva, rimane illeso. Giorgieri lascia la moglie Giorgia Pellegrini e la figlia Luisa Gioia Giorgieri, deceduta il 13 maggio 1994 per un tumore.
Il generale aveva subito intorno al 9 o 10 Dicembre 1986 un attentato andato a vuoto nei pressi del luogo dell’effettivo successivo omicidio e da tempo aveva inoltrato richiesta di protezione a mezzo scorta o macchina blindata, ma gli era  stata negata.
(biografia) Si laurea in Ingegneria navale e Meccanica nel 1949 all’Università di Trieste e nel 1950 supera il concorso nazionale per esami per la nomina in servizio permanente effettivo del Genio aeronautico ed è nominato tenente.
Il percorso militare e professionale è scandito sia dai successivi avanzamenti di carriera, sia dai riconoscimenti in ambito professionale specifico. L’insegnamento all’università di Roma e Trieste ed il conseguimento, nel 1962, della libera docenza in 'Razzi e propulsione spaziale', segue di pari passo la nomina al ministero della Difesa per i programmi di ricerca e sviluppo e l’insegnamento presso la Scuola di Guerra aerea di Firenze. Nel 1983 è promosso Generale ispettore, nominato capo del corpo del genio Aeronautico e direttore generale della Direzione generale delle Costruzioni delle Armi e degli Armamenti aeronautici e spaziali. Diviene professore Associato presso la facoltà di Ingegneria dell’università di Trieste. E’ insignito di diverse onorificenze italiane e straniere quali: Grande Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, Grande Commendator dell’Orden do Merito Aeronautico della Repubblica Federativa brasiliana ed è decorato della Medaglia Mauriziana.
(rivendicazione, autori) L’attentato è rivendicato dal Commando dell’Unione Comunisti Combattenti.
(stato processuale) I Carabinieri di Roma alcuni mesi dopo scovano gli assassini; l’istruttoria della magistratura indaga 56 persone per il delitto Giorgieri e si giunge ad un processo di prima e seconda istanza che si conclude nel 1989 con la condanna di secondo grado di Claudia Gioia, Francesco Maietta, Maurizio Locusta, Paolo Persichetti con pene oltre i 20 anni.
La vedova e la figlia Luisa Gioia Giorgieri si erano costituite parte civile 
(status famigliari) -
(note) "...La vedova, 70 anni, preside di una scuola media della capitale, che andrà il pensione il 1 settembre prossimo, ha rivelato di aver detto 'no' pochi mesi fa alla richiesta di grazia per un ex esponente dell' Unione comunisti combattenti, Francesco Maietta, anche lui condannato, a 28 anni, per l'omicidio del marito, ed attualmente in regime di semilibertà e detenuto nello stesso carcere dove è finito Persichetti. «La memoria di chi è stato ucciso per aver servito lo Stato deve rimanere viva», ha detto la vedova, che quattro anni fa, espresse perplessità nei confronti del senatore Francesco Cossiga che era presente al matrimonio di Maietta con una volontaria impegnata nell'assistenza ai detenuti a Rebibbia." (da La Nazione del 26 agosto 2002)

 

SEZIONI
Storia e presentazione dell'Associazione Storia e presentazione dell'Associazione / Our Association history Memorie e schede delle vittime Memorie e schede delle vittime / Italian victims of terrorism data base
Archivio dei documenti dell'Associazione Archivio dei documenti, foto, didattica e link
/ Archives, didactics and links
Iniziative ed eventi dell'Associazione Iniziative, eventi e comunicati stampa
/ Events and press
Torna in alto - Sponsor dell'Associazione / Our sponsor -  Home page
Partner of the European Network of Victims of the Terrorism (NAVT), partner del Radicalisation Awareness Network (RAN), partecipant of the Global Counterterrorism Forum (GCTF) and Member of International Alliance Against Terrorism (IAAT)

Creative Commons License
Sito internet AIVITER by Associazione Italiana Vittime del Terrorismo e dell'Eversione Contro l'Ordinamento Costituzionale dello Stato is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.vittimeterrorismo.it.