AIVITER Home page
 

 

 

Schede/1979/LORUSSO

 


Giuseppe Lorusso

 


La Stampa, 20 Gennaio 1979

 

 
(cognome, nome e professione) Giuseppe Lorusso, agente di polizia penitenziaria.
(luogo e date di nascita) Nato a Palazzo S. Gervasio (Pz), 1949
(luogo e date dell'attentato)  Torino, 19 gennaio 1979
(luogo e date di morte)  Torino, 19 gennaio 1979
(descrizione attentato) E’ ucciso al mattino alle 7.10 all’uscita dalla sua abitazione mentre si reca alla sua auto per andare al lavoro.
Due individui scendono da una 128 rossa (altri due uomini restano in macchina), gli si avvicinano e sparano con due pistole calibro “38 special” tutti i colpi dei caricatori. Due proiettili raggiungono Lorusso alla testa, due al braccio sinistro, quattro al torace e due all’addome: l’agente Lorusso muore istantaneamente con le chiavi della sua auto ancora strette in mano. Ha appena compiuto 30 anni e lascia la giovane moglie Rosa e i figli piccolissimi: Daniele di 2 anni e Domenico di 8 mesi.
(biografia) Tutta la carriera di Lorusso si svolge alle carceri 'Nuove' di Torino: dopo il servizio militare si arruola nel 1972 nel corpo degli agenti di custodia.
(rivendicazione, autori) Circa 2 ore dopo, il crimine viene rivendicato con una telefonata: “Qui Prima Linea. Abbiamo ammazzato Giuseppe servo dello stato. Seguirà un comunicato”. Il comunicato è fatto trovare intorno alle 11 in due cabine di C.so Re Umberto e di C.so Regina Margherita.
(stato processuale) -
(status famigliari) -
(note) -

 

SEZIONI
Storia e presentazione dell'Associazione Storia e presentazione dell'Associazione / Our Association history Memorie e schede delle vittime Memorie e schede delle vittime / Italian victims of terrorism data base
Archivio dei documenti dell'Associazione Archivio dei documenti, foto, didattica e link
/ Archives, didactics and links
Iniziative ed eventi dell'Associazione Iniziative, eventi e comunicati stampa
/ Events and press
Torna in alto - Sponsor dell'Associazione / Our sponsor -  Home page
Partner of the European Network of Victims of the Terrorism (NAVT), partner del Radicalisation Awareness Network (RAN), partecipant of the Global Counterterrorism Forum (GCTF) and Member of International Alliance Against Terrorism (IAAT)

Creative Commons License
Sito internet AIVITER by Associazione Italiana Vittime del Terrorismo e dell'Eversione Contro l'Ordinamento Costituzionale dello Stato is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.vittimeterrorismo.it.