Bartolomeo Mana

    • Data e Luogo Attentato 13 Luglio 1979 - Druento (To)
    • Nome Vittima Bartolomeo Mana, vigile urbano.
    • Ad Opera Non ci fu rivendicazione e perciò nei primi tempi si pensò ad una rapina di delinquenza comune. Una maxi operazione antiterrorismo, tra Torino e Parigi, nell'estate 1980 conduce all'arresto di 28 esponenti di Prima Linea e Ronde Proletarie ed emergono i nomi di Francesco Giuffrida e Vito Biancorosso che risulteranno implicati nei fatti. Nel 1981, a seguito delle confessioni del terrorista "dissociato" di Prima Linea, Roberto Sandalo, si ha conferma che quella spietata rapina fu condotta da un gruppo di terroristi per un "esproprio". Oltre lo stesso Sandalo vi partecipò il "pentito" Marco Donat-Cattin.
    • Luogo e Data di Nascita Marene (Cn), 24 Dicembre 1944
    • Luogo e Data di Morte Druento (To), 13 Luglio 1979

Descrizione attentato:

In servizio disarmato nelle vicinanze dell’agenzia della Cassa di Risparmio, è aggredito con un collega da un commando che sta rapinando la banca, viene spinto all’interno dove cade picchiando il capo. Mentre semistordito cerca di rialzarsi, viene ucciso con un colpo a bruciapelo alla testa.


Biografia:

Figlio di un vigile urbano, è cantoniere fino a pochi mesi dai fatti. Nell'Aprile '79 vince il concorso e proprio il 13 Luglio ottiene la nomina formale di agente di polizia giudiziaria.

Status Processuale:

Sabato 10 Dicembre 1983 viene emessa dalla Corte d'Assisi di Torino la sentenza del processo contro Prima Linea. Nove ergastoli (contro i 32 richiesti dal Pubblico Ministero), sei condanne a oltre i 30 anni, nove a pene comprese tra i 20 e i 30 anni, pene a scalare fino a pochi mesi, contro i 134 esponenti di PL per attentati nel Torinese e nel Milanese tra il 1976 e il 1980, tra cui quello che costò la vita a Bartolomeo Mana.